Aspirin in primary prevention? Don't start after 70



The evidence has shown us limited benefits of aspirin in primary cardiovascular prevention, and there has been much discussion about its possible efficacy in the prevention of colon cancer.


Can aspirin really reduce the incidence of colon cancer?


Italian Version


It seems so, but only if the treatment is started before the age of 70 and continued for at least 5 years.

The data comes from large cohort studies involving over 94,000 patients, with a 20% reduction in colon cancer risk.


Starting aspirin after the age of 70 or taking it for less than 5 years does not seem to show a protective benefit on cancer, without considering the increased risk of bleeding associated with antiplatelet therapy.


But there's more ... Starting aspirin in primary prevention after the age of 70 seems to be harmful.


The ASPREE study (ASPirin in Reducing Events in the Elderly) not only confirmed the futility of antiplatelet therapy in primary prevention in the elderly, but also highlighted an increase in cancer mortality.


The study enrolled over 19,000 patients over the age of 70 in good physical and mental condition, with no history of cardiovascular disease, dementia or physical disability.

Ninety percent of patients had not taken antiplatelet therapy in the past. 20% had been declared cured of a previous malignancy.

Adherence to antiplatelet therapy during the study was high, over 70%.

The incidence of first diagnosis cancer in the 5-year follow-up was comparable between two groups, both in terms of solid cancer and haematological neoplasms, which involved one in 10 elderly.

In 94% it was newly diagnosed cancer, while 6% had an unexpected recurrence of the previous malignancy.


Surprisingly, aspirin intake was associated with a significant increase in cancer severity at the time of diagnosis, with a 20% increased incidence of advanced cancer risk (stage IV or metastasis), particularly for colorectal cancer , followed by breast, melanoma and lung.

A quarter of patients died from diagnostic malignancy in the follow-up, with a higher mortality rate in the aspirin group.


Aspirin could therefore promote the progression of advanced neoplasms in the elderly by attenuating the physiological inflammatory response that contrasts tumor growth.


If we evaluate the meta-analysis data and extrapolate into data in patients aged 70 years and over, the risk of cancer diagnosis actually seems to increase, even if only in patients with low body weight.

We await the outcomes of prospective studies on cancer patients who introduced aspirin after cancer diagnosis and treatment.


In the meantime, it seems confirmed that starting antiplatelet therapy in primary prevention after the age of 70 has more risks than benefits.


Guo C, Ma W, Drew DA, et al.

Aspirin Use and Risk of Colorectal Cancer Among Older Adults. JAMA Oncol.2021;7(3):428–43


McNeil JJ, Gibbs P, Orchard SG, Lockery JE, Bernstein WB, Cao Y, Ford L, Haydon A, Kirpach B, Macrae F, McLean C, Millar J, Murray AM, Nelson MR, Polekhina G, Reid CM, Richmond E, Rodríguez LM, Shah RC, Tie J, Umar A, Londen GJV, Ronaldson K, Wolfe R, Woo



Italian Version


Aspirina in prevenzione primaria? Non iniziare dopo i 70 anni


Dopo le evidenze che ci hanno mostrato i limitati benefici dell’aspirina nella prevenzione primaria cardiovascolare, si è molto discusso nella sua possibile efficacia nella prevenzione della neoplasia del colon.


Può l’aspirina ridurre l’incidenza di cancro del colon?

Sembra di sì, ma solo se il trattamento viene iniziato prima dei 70 anni e protratto per almeno 5 anni.

I dati vengono da studi di coorte che hanno coinvolto oltre 94,000 pazienti, con una riduzione del rischio di cancro del colon del 20%.

Iniziare l’aspirina dopo i 70 anni o assumerla per meno di 5 anni sembra non mostrare un beneficio protettivo su cancro, senza considerare l’incremento del rischio emorragico associato alla terapia antiaggregante.


Ma c’è di più… Iniziare l’aspirina in prevenzione primaria dopo i 70 anni, sembra essere dannoso.

Lo studio ASPREE (ASPirin in Reducing Events in the Elderly) non ha solo confermato la futilità della terapia antiaggregante in prevenzione primaria negli anziani, ma ha evidenziato un aumento della mortalità per cancro.

Lo studio aveva arruolato oltre 19 mila pazienti di età superiore a 70 anni in buone condizioni psicofisiche, senza storia di patologia cardiovascolare, demenza o disabilità fisica.

Il 90% dei pazienti non aveva assunto terapia antiaggregante in passato. Il 20% era stato dichiarato guarito da una precedente neoplasia.

L’aderenza alla terapia antiaggregante durante lo studio è stata elevata, oltre il 70%.

L’incidenza di cancro di prima diagnosi nei 5 anni di follow up era sovrapponibile tra due gruppi, sia per quanto riguarda il cancro solido che le neoplasie ematologiche, che coinvolgevano un anziano su 10.

Nel 94% era un cancro di nuova diagnosi, mentre un 6% ha presentato una recidiva inaspettata della precedente neoplasia.


Sorprendentemente, l’assunzione di aspirina si associava ad aumento significativo della gravità del cancro al momento della diagnosi , con un amento dell’incidenza del 20% del rischio di cancro avanzato (fase IV o metastasi), in particolare per il cancro del colon retto, seguito da mammella, melanoma e polmone.

Un quarto dei pazienti è deceduto a causa della neoplasia diagnostica nel follow up, con un tasso di mortalità più elevato nel gruppo randomizzato ad aspirina.


L'aspirina potrebbe quindi promuovere la progressione delle neoplasie avanzate negli anziani, attenuando la fisiologica risposta infiammatoria che contrasta la crescita tumorale.

Se valutiamo i dati delle metanalisi ed estrapoliamo in dati nei pazienti di età pari e superiore a 70 anni, effettivamente il rischio di diagnosi di cancro sembra aumentare, anche se solo nei pazienti con basso peso corporeo.

Attendiamo gli esiti degli studi prospettici su pazienti neoplastici che hanno introdotto aspirina dopo la diagnosi e il trattamento del cancro.


Nel frattempo, sembra confermato che iniziare la terapia antiaggregante in prevenzione primaria dopo i 70 anni ha più rischi che benefici.




Guo C, Ma W, Drew DA, et al.

Aspirin Use and Risk of Colorectal Cancer Among Older Adults. JAMA Oncol.2021;7(3):428–43


McNeil JJ, Gibbs P, Orchard SG, Lockery JE, Bernstein WB, Cao Y, Ford L, Haydon A, Kirpach B, Macrae F, McLean C, Millar J, Murray AM, Nelson MR, Polekhina G, Reid CM, Richmond E, Rodríguez LM, Shah RC, Tie J, Umar A, Londen GJV, Ronaldson K, Wolfe R, Woods RL, Zalcberg J, Chan AT; ASPREE Investigator Group. Effect of Aspirin on Cancer Incidence and Mortality in Older Adults. J Natl Cancer Inst. 2021 Mar 1;113(3):258-265.

26 visualizzazioni0 commenti