top of page

PFO e stroke: analisi della scena del crimine



Il forame ovale pervio (PFO) è una condizione molto frequente nella popolazione, tuttavia è spesso ricercato e trattato nei giovani che presentano un ictus criptogenetico.

Studi randomizzati controllati (RCT) e analisi di follow-up a lungo termine hanno dimostrato che l'occlusione del PFO potrebbe ridurre la recidiva dell'ictus rispetto alla sola terapia farmacologica, anche se ci sono rischio legati alla procedura ed una incidenza maggiore di fibrillazione atriale nel post-operatorio.

Per una corretta selezione dei pazienti da candidare alla chiusura è stato costruito un punteggio (RoPE) che si basa prevalentemente su fattori clinici, ma non tiene delle caratteristiche strutturali del PFO.

Una volta escluso una stenosi carotidea, un evento cardio-embolico o un ictus lacunare, correlare l’ictus embolico al PFO potrebbe, tuttavia, non essere così scontato.

Un ictus embolico da fonte incerta è definito da lesioni ischemiche corticali singole o multiple di piccole dimensioni (<15 mm) o nella circolazione vertebro-basilare senza alcuna occlusione vascolare visibile sull'angiografia, angioTC o AngioRM.

Vanno escluso grandi infarti cortico-sottocorticali, trombofilia, vasculite, altri difetti cardiaci.

L’ecocolor-Doppler transcranico permette di valutare la presenza o meno di shunt dx-sn

L’ecografia trans-esofagea permette di misurare la lunghezza e l’altezza del PFO durante il Valsalva, la presenza di aneurisma del setto atriale (>10 mm) e di setto interatriale iper-mobile.

Il PFO di grandi dimensioni è definito come un'altezza ≥2 mm e il PFO a tunnel lungo è definito come una lunghezza ≥ 8 mm

Queste variabili sembrano associarsi in modo indipendente al rischio di ictus criptogenetico nel PFO e possono essere utile nell’indicazione alla chiusura.


Nelle analisi multivariate il rischio di ictus criptogenetico è maggiore in presenza di PFO appare incrementato soprattutto in presenza di aneurisma del setto (OR 4.68), altezza >1.85 mm (OR 2.57), larghezza del PFO (OR 2.28) e presenza di shunt dx-sn permanente (OR 2.09)


Liu X, Zhang Y, Xie H, Zeng H, Sun J, Su L, Li B, Xue X, Zhang Y. Change in patent foramen ovale height is associated with cryptogenic stroke and the construction of a morphology-based scoring system. Front Cardiovasc Med. 2022 Nov 28;9:1010947.


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page