Ask about aneurysms before prescribing fluoroquinolones.



JAMA pubblica uno studio retrospettivo di coorte su 47 milioni e mezzo di pazienti statunitensi (18-64aa) a cui sono stati prescritti diversi tipi di antibiotici per comuni infezioni delle vie respiratorie, urinarie o della cute.





Sembra che dopo i 35 anni, il trattamento con fluorochinologici si associ al rischio di sviluppare un aneurisma aortico a breve termine (3 mesi).

L’associazione era statisticamente significativa ed indipendente dal altri fattori di rischio (sesso, ipertensione, dislipidemia).


L’idea dello studio è nata da segnalazioni precedenti che avevo visto un aumento del rischio di aneurisma e dissezione aortica dopo il trattamento con fluorochinolici, al punto tale che già la FDA e AIFA avevano creato già creato da anni un alert per il loro uso nei pazienti a rischio.


La fisiopatologia sembra riconducibile ad un effetto di classe simile al danno sul tessuto tendineo e al conseguente aumento di disordini tendinei provocati dai fluorochinoloni.


Lo studio, sponsorizzato da una assicurazione sanitaria in preda ad una miriade di richieste di rimborso, ha confrontato il trattamento con fluorochinolonici (19% dei pazienti) e altri antibiotici (amoxicillina-clavulanato, azitromicina, cefalexina, clindamicina e sulfametossazolo-trimetoprim) in una vasta popolazione tra il 2005 e il 2017, che non avessero storia di aneurisma aortico, recente ricovero o ulteriore terapia antibiotica.


L'aneurisma e la dissezione dell’aorta sono eventi rari, che si verificano con un'incidenza di circa 0.3-3 su 10.000 persone all'anno.


Dall’analisi dei dati dello studio emergeva come l’incidenza a 90 giorni di aneurisma di nuova diagnosi nei pazienti trattati con fluorochinoloci aumentava da 4.6 a 7.5 per 10.000 casi (HR 1,20).

In particolare è stata riscontrata una aumentata incidenza di aneurisma dell'aorta addominale (HR:1,31), aneurisma dell'arteria iliaca (HR: 1,60) e altri aneurismi addominali (HR: 1,58). Inoltre, era estremamente più altra probabilità di andare incontro a riparazione dell'aneurisma (HR:1,88).


Quando stratificati per età, tutti gli adulti di età pari o superiore a 35 anni apparivano a rischio aumentato (35-49 anni: HR, 1,18; 50-64 anni: HR, 1,24).


Il dato sembra inquientatante, tuttavia mancano dei dati sul fumo di sigaretta.

Inoltre, l’imaging addomininale non era eseguito di routine , quindi non sappiano se in realtà l’aneurisma era precendente l’uso dei fluorochinonici o se fosse conseguenza del fatto infettivo sistemica su cui gli antibiotici di confronto avessero presentato un effetto più protettivo.


A prescindere comunque dati limiti dello studio, sembra confermato che dobbiamo prestare attenzione nel prescrive fluorochinolonici nei pazienti con malattia aortica ( storia personale o familiare di aneurisma, dissezione aortica pre-esistente, sindrome di Marfan, sindrome di Ehlers-Danlos, arterite di Takayasu, arterie a cellule giganti, malattia di Behçet).


Newton ER, Akerman AW, Strassle PD, Kibbe MR.

Association of Fluoroquinolone Use With Short-term Risk of Development of Aortic Aneurysm.

JAMA Surg. 2021 Jan 6:e206165.


www.diegotonello.com

33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti