Edema dell'arto superiore? TC o ECD?


L'ecocolorDoppler venoso è l'indagine di primo livello più appropriata nel sospetto di trombosi venosa degli arti superiori.

Test non invasivo, privo di rischi legati a radiazioni ionizzanti o mezzo di contrasto può essere effettuato al letto del paziente.

TC, RNM e venografia sono indagini di secondo livello, da riservare al dubbio di trombosi venose intratoraciche (vena succlavia distale e vena anonima) o diagnostica differenziale.

La trombosi venosa profonda (TVP) degli arti superiori rappresenta il 10% di tutte le trombosi profonde.

Frequentemente secondaria a dispositivi intravenosi (cateteri, PM, defibrillatori), può essere legata a compressione allo stretto toracico o presentarsi senza una precisa causa scatenante apparente, di solito in giovani con trombofilia ereditaria o in pazienti più anziani con trombofilia acquisita (es. neoplasia, LAC).

La diagnosi precoce di TVP di fronte ad un edema del braccio rappresenta una priorità, per poter instaurare quanto prima la terapia anticoagulante.

L'imaging iniziale deve essere posto con l'ecocolorDoppler, che è in grado di valutare la presenza, l'estensione della trombosi venosa, la presenza di occlusione completa o parziale del vaso e il coinvolgimento delle vene superficiali. Operatori esperti sono in grado di datare la trombosi in base alle caratteriste ecografiche (ecogenità, calcificazioni, segni di ricanalizzazione del trombo) che sono tipiche dei pazienti valutati nel follow up dopo terapia.

Anche la trombosi della giugulare e della succlavia extra-toracica possono essere valutate facilmente con l'ecocolorDoppler. La trombosi dell'anonima può essere sospettata evidenziando l'assenza di reflusso o dilatazione a monte durante la manovra di Valsalva

L'angio RNM necessità di mezzo di contrasto e di tempi di esecuzione molto lunghi.

Ha un'alta specificità e sensibilità nella trombosi acuta, ma può essere poco utile nelle trombosi inveterate e spesso è influenzata da artefatti.

Presenta il vantaggio di poter valutare i tessuti circostanti il vaso ed eventuali compressioni ab extrinseco degli assi venosi.

L'angioTC permette una completa valutazione degli assi venosi e delle strutture circostanti ed è la modalità di scelta quando vogliamo indagare le vene intratoraciche, il mediastino, il cuore e le arterie polmonari. Permette di escludere la presenza di compressioni dei vasi e neoplasie sincrone. La sua principale limitazione è data dalla necessità di mezzo di contrasto iodato e radiazioni ionizzanti.


La flebografia ha ormai un ruolo limitato ad una eventuale trattamento della trombosi acuta (trombolisi) o cronica (angioplastica venosa).

Expert Panel on Vascular Imaging, Desjardins B, Hanley M, et al. ACR Appropriateness Criteria® Suspected Upper Extremity Deep Vein Thrombosis. J Am Coll Radiol. 2020;17(5S):S315-S322. doi:10.1016/j.jacr.2020.01.020



TVP arto superiore appropriatezza ecocolorDoppler

52 visualizzazioni0 commenti